Politicians and Election, Vote in Freedom, Actively Participate in Democracy, Vote for Change, Online referendum
left right close

Giuseppe Piero Grillo

> Italy > Politicians > MoVimento 5 Stelle > Giuseppe Piero Grillo
Giuseppe Piero Grillo is ready for your opinion, support and vote. Vote online NOW!
M5S
 
photo Beppe Grillo

Beppe Grillo - for

Un comico, attore, attivista, blogger e politico italiano. | An Italian comedian, actor, blogger and activist.
 NO! Beppe Grillo

Beppe Grillo - against

Click, se si non supportano Beppe Grillo. Spiegare perché. | Click, if you do not support Beppe Grillo. Say why.

Online election results for "Beppe Grillo" in graph.

graph
Graph online : Giuseppe Piero Grillo
Full functionality only if Javascript and Flash is enabled
ITA: Giuseppe Piero Grillo, nome d'arte Beppe Grillo (Genova, 21 luglio 1948), è un comico, attore, attivista, blogger e politico italiano. Il suo blog è tra i più noti in lingua italiana. Nel 2009 è stato collocato al settimo posto della lista delle Web Celeb pubblicata da Forbes. Moderatore di un forum di discussione con iscritti soprannominati grillini e ispiratore di liste civiche che portano il suo nome, insieme a Gianroberto Casaleggio il 4 ottobre 2009 ha dato vita a un movimento politico, il MoVimento 5 Stelle, di cui Grillo si è dichiarato "capo politico ma come garante". Vita privata Beppe Grillo è nato e cresciuto a Genova nel quartiere di San Fruttuoso, figlio secondogenito di Piera, suonatrice di pianoforte, ed Enrico Grillo, ...
for33against   A mio parere, Beppe Grillo è politico abbastanza buono. Ha il mio sostegno!, positive
for33against   Io sono contro! Beppe Grillo è la scelta piuttosto male. Non sono d'accordo con le sue opinioni politiche., negative
Current preference ratio
for Beppe Grillo

Ecco il Grillo anti-olimpico contestato anche dal suo blog


Sul web bordate contro il comico, dopo le critiche alle Olimpiadi («Bromuro sponsorizzato»): «I Giochi alimentano i nazionalismi? E uscire dall’Euro, allora?» Petrucci: «È l’Italia che ci piace». Monti: «Complimenti». Perché invece uscire dall’Euro, tornare alla moneta nazionale e alle dogane non è nazionalismo?». Le Olimpiadi aprono crepe nel muro di consenso grillino. La domanda è rivolta infatti a Beppe Grillo, sul suo blog decisamente affollato. In realtà è una risposta, una ...


Grillo adesso non lo vuole ma Tonino gli pagava il sito


Dopo il "no" del comico, Di Pietro è stretto tra Pd, partito dei sindaci e ribelli interni Roma «E poi ci disse che il blog di Grillo lo pagava lui, cioè il partito», cioè l’Italia dei valori. Chi parla è un parlamentare fuoriuscito in tempi non sospetti dall’Idv, che ricorda: «Era una delle riunioni di partito, nel 2007. Di Pietro ci spiegò che era importante sviluppare il sito internet dell’Idv, che allora curava Casaleggio, il guru di Beppe Grillo e l’inventore del suo blog. E, me lo ricordo perfettamente, in ...


Beppe Grillo attacca le Olimpiadi: “Troppi nazionalismi, ...


... atleti milionari e sport sconosciuti” Le Olimpiadi fanno discutere tutti, anche se trovare (in rete o sui diversi mass media) un intervento duro e controcorrente come quello appena diramato da Beppe Grillo attraverso il blog beppegrillo.it non è un’operazione semplice. Bersaglio del comico-guru genovese, stavolta, sono gli atleti impegnati nei giochi di Londra 2012, oltre al circuito “impazzito” che ruota attorno al grande evento sportivo mondiale. I veri beneficiari dello spettacolo, secondo la tesi di Grillo, sarebbero le grandi multinazionali come la ...


[TOP 4]

> Giuseppe Piero Grillo > News

Fondi statali per ciclabili: c’è tempo fino al 1 luglio
di Michele Dell’Orco Deadline 1 luglio 2017. Ovvero, manca meno di un mese alla scadenza per le Regioni per presentare al Ministero dei Trasporti un programma di interventi che lo Stato cofinanzierà con oltre 12 milioni di euro per realizzare o mettere in sicurezza percorsi ciclabili o pedonali. Ricordiamo che si tratta di fondi per la sicurezza stradale e a favore dei cosiddetti utenti deboli (ciclisti e pedoni) recuperati grazie ad un emendamento M5S del 2013 al Decreto del Fare e messi finalmente a disposizione il 1 febbraio scorso dopo innumerevoli battaglie. Le Regioni in base al decreto di ripartizione dei fondi hanno ampi margini organizzativi sia sull’attuazione finale dei progetti (che potranno essere portati avanti dai Comuni, dalle Regioni stesse o magari insieme), sia sulle vere e proprie procedure di scelta e selezione dei progetti: potevano scegliere se fare degli accordi tra gli enti, se fare dei veri e propri bandi di gara o se fare un mix delle due procedure. Per
I sindaci del MoVimento 5 Stelle
di MoVimento 5 Stelle Chi diventa sindaco del MoVimento 5 Stelle non lo fa per soldi, prestigio o potere. Lo fa per aiutare gli altri. La storia dei sindaci a 5 Stelle, da Nord a Sud, è sempre uguale: entriamo in Comuni in macerie e giorno dopo giorno, le ricostruiamo. Vi racconto l'esperienza di POMEZIA, un comune di circa 63000 abitanti nel Lazio: l'abbiamo presa nel 2012 con un bilancio in passivo di 7 milioni di euro e l'abbiamo portato in attivo di 15 milioni. Se nel 2012 il Comune impiegava in media 473 giorni per pagare le ditte, oggi ne impiega in media 62. Abbiamo realizzato nuove strade, scuole, marciapiedi e portato la rete idrica nei quartieri senza acqua pubblica. Ci volevano dei maghi del bilancio? No. Ci volevano persone normali, con la voglia di creare la loro città ideale. E lo spirito che ci anima è quello di creare tante città ideali in Italia. È facile? No, per niente. Siamo infallibili? Men che meno. Ogni tanto sbagliamo (meno dei vecchi partiti, comunque), ci
Il gioco della paura
di Beppe Grillo Giovedì il populista Corbyn, laburista, ha ottenuto molti più seggi di quanto ci si aspettava, ma ha perso contro la populista May che comunque non avrà la maggioranza con il suo ministro (sarà primo ministro con un parlamento in cui si troverà “appesa”). Ieri sera c’era un’aria euforica nei media italiani, un vero dilemma “mandato in caciara” dai grandi commentatori. Mentre commentavano la schifezza sulla legge elettorale. c'era chi era talmente euforico da dire che "perlomeno il governo Gentiloni non rompe i coglioni a nessuno". Caspita Zucconi! Adesso chi è il populista? Erano pronti a dare del populista al perdente assoluto ma... non ha perso nessuno dei due (May e Corbyn) e allora per un po’ il blatereccio dei nostri commentatori e analisti più esperti è diventato bipartisan. La May è populista perché gioca sulla sicurezza, sulla paura degli attentati, e tifa per la brexit, mentre Corbyn è populista perché parla di Welfare e di diritti dei cittadini! Ecco un ef
Un disastro geopolitico
di Manlio Di Stefano Bisogna essere chiari come non mai in questo momento storico così drammaticamente complicato e pieno di mezze verità: l’attacco terroristico al Parlamento di Teheran e al mausoleo di Khomeini è un’ulteriore, inequivocabile, dichiarazione di guerra. Una guerra che è in atto, ma della quale ci accorgiamo solo quando le conseguenze colpiscono noi occidentali. A questo, per comprendere la gravità della crisi in corso, va aggiunta la decisione dei Saud di chiudere ogni rapporto diplomatico e commerciale con il Qatar reo, ufficialmente, di finanziare il terrorismo, nei fatti, di condividere interessi economici con l’Iran e di aver sostenuto la Fratellanza Musulmana. Ma, sopratutto, vanno aggiunte le parole di Trump, che ha elogiato la patria del wahhabismo, l’Arabia Saudita, definendo gli sciiti il male assoluto (che importa poi se il 90% delle cellule terroristiche di matrice islamica sono sunnite). Perché questo accanimento contro l'Iran? Per due motivi principali.



 
beppe grillo nome d\'arte, www.biografiabeppegrillo.com, grillo giuseppe marketing and more...
load menu