Politicians and Election, Vote in Freedom, Actively Participate in Democracy, Vote for Change, Online referendum
left right close

Antonio Di Pietro

> Italy > Politicians > Italia dei Valori - Lista Di Pietro > Antonio Di Pietro
Antonio Di Pietro is ready for your opinion, support and vote. Vote online NOW!
IdV
 
photo Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro - for

Un politico, avvocato ed ex magistrato italiano. | An Italian politician and lawyer.
 NO! Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro - against

Fare clic su, se non supportano Antonio Di Pietro. Dire perché. | Click, if you do not support this candidate. Say why.

Online election results for "Antonio Di Pietro" in graph.

graph
Graph online : Antonio Di Pietro
Full functionality only if Javascript and Flash is enabled
ITA: Antonio Di Pietro (Montenero di Bisaccia, 2 ottobre 1950) è un politico, avvocato ed ex magistrato italiano. Ha fatto parte del pool di Mani pulite come sostituto procuratore della Repubblica presso il tribunale di Milano; nel 1996 è entrato in politica, e nel 1998 ha fondato il partito Italia dei Valori. Dal punto di vista ideologico Di Pietro dichiara di essere di estrazione cattolica e di non essere né di destra né di sinistra, in un rifuggire dagli estremi che lo porta a considerarsi un liberale e un uomo di centro. La carriera politica La prima chiamata in politica Subito dopo le elezioni del 27 marzo 1994, Silvio Berlusconi gli chiede di abbandonare la magistratura e di entrare a far parte del suo governo come Ministro dell'Interno. Quando il Governo Berlusconi I era ...
for33against   A mio parere, Antonio Di Pietro è abbastanza buona politico. Ad esempio, perché ... (se volevo scrivere perché, l'ho scritto qui), positive
for2against   Ottimo politico, grazie a lui e all'I.D.V. abbiamo vinto il referendum e vinceremo altre battaglie. Ho fiducia solo nell' I.D.V., PANTALONE-19
for33against   Non sono d'accordo. Antonio Di Pietro è cattiva scelta. Ad esempio, perché ... (se volevo scrivere perché, l'ho scritto qui), negative
Current preference ratio
for Antonio Di Pietro

Di Pietro: Non ci metteremo di traverso al nuovo governo


Il leader dell’Idv dopo le consultazioni con Mario Monti: "Nessuna preclusione nei suoi confronti, ma sulla fiducia aspettiamo. Decideremo in base alla squadra e al programma". Poi spiega la linea del partito con un gioco di parole: IL VIDEO Antonio Di Pietro ribadisce di non avere "nessuna preclusione" nei confronti di Mario Monti per il quale nutre "stima e rispetto". Tuttavia, l'Idv stabilirà se votare o meno il governo Monti solo dopo aver conosciuto e valutato il programma di governo e la squadra dei ministri. Insomma, "il buongiorno si vede dal mattino. Ma il mattino ...


COSENTINO: DI PIETRO, VOTEREMO A FAVORE DELL'ARRESTO


L'Italia dei Valori, domani, votera' a favore dell'arresto di Nicola Cosentino. Lo ha confermato Antonio Di Pietro. "La proposta della Commissione di non dare l'autorizzazione a procedere a Cosentino -ha detto- e' una violazione sostanziale della Costituzione perche' non spetta al Parlamento valutare le prove a carico di una persona indagata dalla magistratura". Origine: la Repubblica.it (9.12.2009)


LAW AND ORDER: ANTONIO DI PIETRO, IDV BACKS POLICE


"Italia dei Valori expresses its solidarity with the police and their unions, who demonstrated today. Since the 1st day of this term we have denounced this government's deceit. It keeps saying it wants security but in practice it moves into the opposite direction'' said Antonio Di Pietro, president of the Italia dei Valori party. "We have presented investigations, bills, amendments, but this government will not listen. It's a shame that Berlusconi and his colonels continue this farce: the television keeps showing ads on law and order, in Parliament they have immediately cut expenses for ...


[TOP 4]

> Antonio Di Pietro > News

C'è ancora bisogno delle mani pulite
Il 17 febbraio, alle 17, vi diamo appuntamento, a Milano, presso il Teatro Elfo Puccini. Infatti quel giorno, a quell’ora, cade il ventesimo anniversario dall’arresto di Mario Chiesa. Di lì a due anni nelle aule giudiziarie di Milano furono chiamati leader ed esponenti dei partiti per parlare di un sistema di potere, fatto di commistioni tra affari e politica, che aveva portato l’Italia sull’orlo della bancarotta. A tanti anni di distanza poco o niente è cambiato. Anzi quel sistema si è ingegnerizzato, affinato e la politica ha tentato di demonizzare la magistratura, ha depenalizzato quei reati, come il falso in bilancio, in modo da poter agire indisturbata. In questi giorni, l’operazione rischia di completarsi e il cerchio è pronto a chiudersi con la denigrazione e la delegittimazione di quei giudici che venti anni fa, rispondendo al dettato costituzionale, individuarono la malattia presente nei partiti. Non è certo un caso che oggi i media e i noti soloni della politi
Sottoscrivo l'appello del Fatto sui rimborsi elettorali
Il Fatto Quotidiano ha lanciato un appello che ho sottoscritto e al quale ho aderito con la seguente lettera, pubblicata oggi sull'edizione stampata. L’Italia dei Valori sottoscrive il vostro appello sui rimborsi elettorali. Condividiamo il contenuto dell’articolo ‘Una legge sui partiti’, di Marco Travaglio, che evidenzia come, a causa della mancanza di un’adeguata regolamentazione, sia stato facile, per alcuni soggetti politici, lucrare proprio su questi rimborsi. E’ vero: occorre che vi sia più trasparenza nella gestione della ‘res publica’. Anche l’IdV si è trovata nell’imbarazzo di doversi muovere in una giungla di disposizioni incerte e poco chiare, con il rischio concreto di sbagliare!. Per questo, vi ringraziamo e abbiamo colto l’occasione per tradurre il vostro monito in un disegno di legge, che sottoporremo anche alle altre forze politiche. Le linee guida sono quelle tracciate da Travaglio: il dimezzamento degli attuali rimborsi elettorali e l’am
Giù le mani dall'art. 18
I professori che stanno al governo hanno imparato subito la lezione dei guitti che ci stavano prima. Per giustificare eventuali scelte che non hanno nessunissima scusa occupano militarmente le televisioni e i mezzi d'informazione e, senza praticamente nessun contraddittorio, bombardano i telespettatori di bugie convinti che a forza di ripeterle saranno prese per oro colato. Siccome per giustificare l'attacco all'art. 18 Monti non può citare il caso di neppure una sola azienda italiana che sia entrata in crisi per colpa di quell'articolo, adesso si attacca agli investimenti stranieri che non arrivano perché qui non c'è la possibilità di cacciare dal lavoro qualcuno solo perché ti sta antipatico o perché sta in un sindacato invece che in un altro. E' una balla anche questa. E' vero che l'assenza di investimenti stranieri in Italia è uno dei grandi problemi che impediscono la crescita. Ma gli stranieri non investono in Italia prima di tutto perché non vogliono finire nella palude
Davigo: Mani Pulite partì solo perché erano finiti i soldi
Nell'avvicinarci ai 20 anni di Mani Pulite, questa intervista di Piercamillo Davigo al Corriere della Sera di oggi è importante. Perchè ci fa capire a che punto siamo e le differenze con la Tangentopoli di allora. «Mani Pulite? Non è servita Centrodestra e centrosinistra uniti nell'ostacolare i processi» Nostalgia? «Neanche un po'. La situazione dell'Italia vent'anni fa era indegna di un Paese civile». Eppure lei stesso dice... «Che girano più tangenti oggi di allora, certo. Mani Pulite poteva essere una svolta, invece è stata tentata una restaurazione». E dunque? «Dunque la Seconda Repubblica è semplicemente figlia della Prima. Ma la madre non era meglio: il debito pubblico che tuttora scontiamo continua a essere il frutto prodotto in quarant'anni da quel sistema là». È questa la sintesi dell'allora pm e oggi giudice di Cassazione Piercamillo Davigo, vent'anni dopo l'arresto di Mario Chiesa che il 17 febbraio 1992 innescò un domino da quattromila inquisiti, la sco



 
load menu